Distacco - Mancanza


Distacco o Mancanza - Definizione (Normal 1/88 II° edizione)
Distacco: Soluzione di continuità fra strati superficiali del materiale, sia tra loro che rispetto al substrato; prelude, in genere, la caduta degli strati stessi. Il termine si usa in particolare per gli intonaci e per i mosaici. Nel caso di materiali lapidei naturali, le parti distaccate assumono forme specifiche in funzione delle caratteristiche strutturali e tessiturali e si preferiscono allora voci quali crosta, scagliatura, esfoliazione.
Mancanza: Caduta o perdita di parti. Il termine si usa quando tale forma di degradazione non è descrivibile con altre voci del lessico.

Cause


Per gli intonaci il fenomeno si presenta diffuso. Le cause possono essere molteplici. In genere, i fattori che maggiormente influenzano questo fenomeno sono:

  • le perdite localizzate degli impianti di smaltimento e/o di convogliamento delle acque;
  • la consistente presenza di formazioni saline (intonaci eseguiti su edifici decorticati da diverso tempo);
  • la presenza di fenomeni di umidità ascendente;
  • le soluzioni di continuità conseguenti alla presenza di fessurazioni e/o di lesioni strutturali;
  • le soluzioni di continuità conseguenti agli stress termici in prossimità dell'innesto di elementi metallici;
  • gli errori di posa in opera e l'utilizzo di sabbie o malte poco idonee.
 



| ©2004 Sergio Tinč, architetto | About Us | Contact Us | Valid CSS! | |